Eccellenze in Europa

Ti trovi in:   Inizio > Rss – Mel das Terras Altas do Minho Dop

 

 

 

Rss

Mel das Terras Altas do Minho Dop

21.06.1996

REGOLAMENTO (CEE) N.2081/92
DOMANDA DI REGISTRAZIONE: Art. 5 ( ) Art. 17 (x)
DOP (x) IGP ( )

Numero nazionale del fascicolo: 36/94
portogallo 1. Servizio competente dello Stato membro
Nome: IMAIAA - LISBOA - PORTUGAL
Tel.: 3876262 Fax: 3876635
2. Associazione richiedente :
a) Nome: FAFEMEL - COOPERATIVA DOS PRODUTORES DE MEL DE FAFE
b) Indirizzo: 4820 Fafe
c) Composizione: produttori/trasformatori (x) altro ( )
3. Nome del prodotto: MEL DAS TERRAS ALTAS DO MINHO

Mel das Terras Altas do Minho Dop


4. Tipo di prodotto : miele
5. Descrizione del disciplinare :
a) nome: MEL DAS TERRAS ALTAS DO MINHO
b) descrizione:
miele prodotto dall'Apis mellifera (specie Ibèrica).
e) zona geografica:
cfr. allegato.
d) cenni storici :
prodotto affermato nell'uso come dimostrano in particolare i riferimenti scritti ("nel XII secolo, ogni anno si pagavano al re due guarteiros di cera").
e) metodo di ottenimento:
a partire da nettari della flora caratteristica di questa regione montuosa.
f) legame geografico:
Grazie alle particolari condizioni edafo-climatiche della regione, la flora spontanea è estremamente ricca.
g) organismo di controllo:
Nome: NORTE E QUALIDADE - INSTITUTO DE CERTIFICAÇÃO DOS PRODUTOS AGRO-ALIMENTARES
Indirizzo: Rua de S. Catarina, 741 - 4000 Porto
h) etichettatura :
MEL DAS TERRAS ALTAS DO MINHO - Denominação de Origem
i) condizioni nazionali (eventualmente applicabili):
D.L. n.131/85 del 29 aprile.

Descrizione: Miele prodotto dall'ape Apis mellifera mellifera (sp. Ibérica ) in una regione montuosa, con flora caratteristica. È un miele di nettare di fiori, in cui si trova la maggior parte del polline di Ericáceas, che fa parte della flora melifera regionale. Per Heather oltre ( wnblaia Erica conosciuto anche localmente come "ling"), possiamo trovare Erica ieíraiix , Erica cinerea , albero Erica , vaquans Erica , Erica ripariale e Calnna vulgaris .

Metodo di produzione: la razza delle api locali, Apis mellifera mel & fera ( sp. Ibérica ) è l'unica autorizzata negli apiari.
Negli alveari dell'apiario mobile installati nell'area descritta.
L'apicoltore deve avere almeno 20 alveari registrati.
L'apicoltore deve disporre di un registro per apiario che illustri le operazioni di movimentazione eseguite in ciascun alveare. Le date di acquisto o di insediamento degli alveari nonché i trattamenti sanitari, il cibo, il posizionamento delle maniglie e la cresta dovranno far parte di questo registro.
La transumanza di alveari è consentita solo all'interno dell'area delimitata ed è soggetta ad autorizzazione preventiva. Se un apicoltore fa transumanza al di fuori dell'area di produzione, può registrarli nuovamente come produttori di miele di Terras Altas do Minho DOP dopo un anno dal loro ritorno.
Gli apiari di produzione di miele di Terras Altas do Minho DOP non possono essere installati entro 1.000 metri dalle aree di produzione forestale di eucalipti. Le colonie di api artificiali non sono autorizzate a nutrirsi. È possibile aggiungere solo maniglie o meloni completamente azionati. La cresta viene preparata tra il 15 luglio e il 15 settembre, preferibilmente utilizzando il sistema di pressione dell'aria o il tradizionale sistema di spazzole delle api. I repellenti non sono ammessi. Tutte le fasi di estrazione e decantazione del miele vengono eseguite all'interno dell'area di produzione e a temperature non superiori a 45 ºC.

Caratteristiche particolari: questo miele, che ha un colore marcatamente scuro, è particolarmente ricco di alcuni minerali e presenta livelli medi e regolari di cristallizzazione. Il miele di Terras Altas do Minho DOP ha una naturale tendenza alla cristallizzazione, che garantisce la sua purezza e qualità, quindi può essere venduto solo in uno stato fluido (pastoso) o solido (cristallizzato).

Area di produzione: La produzione di Miele di Terras Altas do Minho DOP viene effettuata nelle regioni montuose della parte nord-occidentale del paese.
Queste regioni montane hanno altitudini che variano tra i 400 e i 1545 metri. L'area del paese con la più alta piovosità, piena di fiumi e torrenti, ha ritagli naturali che offrono eccellenti luoghi di rifugio per lo sviluppo delle colonie di api.
I terreni granitici, uniti alle condizioni di altitudine e umidità, presentano un manto di vegetazione dove l'erica (Érica sp.) È la principale specie di miele.
L'area geografica di produzione del miele (produzione, estrazione e confezionamento) comprende i comuni di Amares, Cabeceiras de Basto, Celorico de Basto, Fafe, Póvoa de Lanhoso, Terras de Bouro, Vieira do Minho, Vila Verde, Ribeira de Pena, Mondim de Basto, Amarante, Baião, Paredes, Marco de Canaveses, Arouca, Castelo de Paiva, Resende, Cinfães e Vale de Cambra.
Copre anche le parrocchie di Friande, Pinheiro, Sendim, Jugueiros, Santão e Vila Verde nel comune di Felgueiras; le parrocchie di Covelo, Foz do Sousa, Medas, Meires e Lomba nel comune di Gondomar; le parrocchie di Canelas, Capela, Luzim, Abragão, Castelões, S. Mamede de Recezinhos, S. Martinho de Recezinhos, Sebolido, Rio Mau e Vila Cova nel comune di Penafiel; le parrocchie di Canado, Romariz, Louredo e Vale nel comune di Vila da Feira; le parrocchie di Cesar, Fajões, Carregosa, Macinhatade Seixa, Nogueira, Nogueira do Cravo, Ossela, Pahnaz, Pindelo, Travanca e Vila Chã de S. Roque nel comune di Oliveira de Azeméis.

Storia: questo miele è sempre stato ricercato da persone provenienti da altre parti del paese. Applicato a livello terapeutico, appare particolarmente usato come dolcificante e prodotto della cucina regionale.
Ci sono enormi tracce fisiche, scritte e persino orali del potenziale produttivo di miele e cera nella regione e la sua connessione con le abitudini e le abitudini dei residenti o persino con gli animali domestici o selvatici che esistevano qui.
Una delle più antiche indicazioni emerge nel XII secolo, dove gli abitanti della vecchia parrocchia di Freitas, oggi parrocchia di Covide, comune di Terras de Bouro, dovrebbero pagare annualmente al re due blocchi (200 kg) di cera d'api. Sempre nel regno di D. Afonso III si diceva che gli abitanti di Cabana Maior dovessero pagare al re per il possesso della tenuta di Meendo una "scudella di favi di Saneio Johanne".
I vecchi alveari, chiamati silha o muros, sono i luoghi in cui sono stati collocati gli appartamenti. Il posizionamento e l'esposizione di questi silha in luoghi profondi al riparo dai venti e con esposizione a sud-est rivelano la padronanza e la conoscenza apistica dei loro proprietari.
Questi silha si sono evoluti sia nella costruzione robusta che all'epoca, a seconda degli animali che esistevano nella regione. Pertanto, fino a quando l'orso non scomparve in questa regione, i silha furono costruiti su una doppia parete, con le pareti leggermente inclinate verso l'esterno e con la fila superiore leggermente fuori e con un'altezza sempre superiore a 2,80 metri.


EVENTI IN EUROPA

 

EVENTI IN EUROPA

EVENTI IN EUROPA

Inizio pagina | © Eurodop.it 2008-2020 | Eurodop.it è un sito informativo per la diffusione e conoscenza dei prodotti eccellenti tutelati in Europa. Pertanto i riferimenti riguardanti le informazioni riportate sono tratte principalmente dal web. Per errori o informazioni incomplete datene comunicazione per modificarle non appena possibile | Realizzato con CMSimple_XH |

Sei il 37981 th visitatore da 11 Marzo 2008.